Cosa fare dopo il diploma: formazione universitaria

Versione stampabileSend by email
Aggiornamento: 
Febbraio 2016
Dove sei: 

Le Università in Italia

Le Università italiane sono organizzate in Scuole, strutture di coordinamento delle attività didattiche e di gestione dei servizi di orientamento, tutorato, mobilità, ecc.
Le Scuole sono suddivise in Dipartimenti che organizzano e svolgono i corsi di studio (corsi di laurea), i master universitari e i dottorati di ricerca.

Gli Atenei organizzano i propri corsi di studio in autonomia determinando il nome e gli obiettivi del corso di studi, le attività formative inserite nei curricula, i crediti assegnati alle varie attività formative e le modalità per il conseguimento del titolo finale.

Orientamento - come scegliere l'università

Il MIUR - Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, ha realizzato Universitaly, il portale unico dell'istruzione superiore rivolto agli studenti italiani e stranieri per favorire e semplificare l'accesso all'università.
Attraverso il portale è anche possibile effettuare la pre-iscrizione all'università.

Ogni ateneo dispone di un ufficio di orientamento che organizza e promuove le attività rivolte agli studenti che intendono iscriversi al fine di supportarli nella ricerca di informazioni e facilitare la scelta del percorso di studi.

I siti delle università offrono numerose pagine contenenti informazioni utili alla scelta.

Ciascuna università realizza una "Guida all'orientamento" all'interno della quale è possibile trovare l'elenco dei corsi di laurea, i servizi offerti dall'ateneo, le informazioni sul diritto allo studio, sulla mobilità internazionale, sulla rappresentanza studentesca.
Oltre alla Guida all'orientamento le singole università realizzano ogni anno una "Guida dello studente" che contiene informazioni sui corsi di studio proposti (attività didattiche, elenco degli insegnamenti, contenuto dei corsi, programmi degli esami, calendari, orari, ecc.).
Le guide sono distribuite in formato cartaceo e/o pubblicate sui siti delle università.

Numerose sono poi le iniziative organizzate sul territorio:

- i "Saloni dell'orientamento" e i "Saloni degli studenti" a cui partecipano le università, le scuole di specializzazione, gli istituti di alta specializzazione per offrire agli studenti interessati tutte le informazioni relative alla propria offerta formativa;
- le "Giornate di orientamento" organizzate dalle scuole e dalle università rivolte agli studenti degli ultimi anni delle scuole superiori, durante le quali esperti e studenti seniores sostengono i ragazzi nella scelta del percorso di studi. E' possibile altresì consultare materiale informativo;
- le "Porte aperte all'università" che prevedono incontri con i docenti e visite guidate.

Il portale studyintorino.it ,gestito dalla Città di Torino, fornisce un'ampia panoramica sulle proposte formative degli atenei e degli istituti di alta formazione presenti in città, sulle agevolazioni, borse di studio e residenze universitarie, sui trasporti e i punti di ristoro oltre a pagine dedicate allo sport, al tempo libero e agli eventi culturali. 

L'Università di Torino ha realizzato in via sperimentale ORIENTO#Unito, un'app disponibile gratuitamente negli store Android e negli store Apple (iOS), ideata per aiutare gli studenti nella scelta universitaria. Offre l'opportunità di conoscere i piani di studio di tutti i corsi, i servizi offerti dall'università, gli sbocchi professionali relativi ad ogni corso, gli sportelli e i referenti utili nella ricerca di informazioni specifiche. Inoltre offre un servizio di ricerca personalizzata che permette di individuare i corsi sulla base dei propri interessi, attitudini e abilità.

Articolazione degli studi universitari

Il sistema universitario italiano si articola in tre cicli:

  1. Primo ciclo: corso di laurea (durata tre anni);
  2. Secondo ciclo: corso di laurea magistrale (durata due anni), corso di laurea magistrale a ciclo unico (durata 5-6 anni), master universitario di primo livello;
  3. Terzo ciclo: dottorato di ricerca, corso di specializzazione, master universitario di secondo livello.

Gli atenei italiani organizzano corsi di studio di primo, secondo e terzo livello.

Il primo ciclo è costituito dai corsi di laurea triennale. Si accede con un diploma di scuola secondaria di secondo grado. L'ammissione può essere subordinata al superamento di un test d'ingresso o d'ammissione. Per conseguire la laurea occorre acquisire 180 crediti formativi universitari (CFU).
La laurea triennale permette di accedere al corso di laurea magistrale (durata biennale) o ad un corso master universitario di primo livello.

Il secondo ciclo comprende i corsi di laurea magistrale, i corsi di laurea magistrale a ciclo unico e i master universitari di primo livello.
I corsi di laurea magistrale hanno durata biennale, si accede con il diploma di laurea triennale e prevedono l'acquisizione di 120 crediti formativi.
Ai corsi di laurea magistrale a ciclo unico (es. Medicina, Veterinaria, Scienza della Formazione)  si accede con il possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado e  l'ammissione può essere subordinata al superamento di un test d'ingresso. Non prevedono il rilascio di un titolo internedio di laurea: la durata degli studi varia da 5 a 6 anni.
Per conseguire la laurea magistrale occorre acquisire  complessivamente 300 crediti formativi (180 + 120). Per le laurea a ciclo unico di durata sessennale ne occorrono 360.
La laurea magistrale consente l'accesso ai corsi compresi nel terzo ciclo (dottorati, master di secondo livello, corsi di specializzazione).
Sono compresi nel secondo ciclo anche i master universitari di primo livello cui si accede con una laurea triennale. Hanno una durata minima di un anno e non consentono l'accesso ai corsi del terzo ciclo.

Il terzo ciclo comprende i corsi di dottorato di ricerca, i master universitari di secondo livello e i corsi di specializzazione.
Per accedere ai suddetti corsi è necessario il possesso della laurea magistrale o di un titolo estero comparabile.

Il dottorato di ricerca rappresenta il livello più alto della formazione universitaria. L'ammissione è subordinata al superamento di un concorso. La durata varia da 3 a 5 anni.

Il corso (o la scuola) di  specializzazione ha come obiettivo la formazione specialistica avanzata in alcuni ambiti professionali (es. professioni in ambito sanitario, professioni legali). L'ammissione è subordinata al superamento di un concorso e la durata varia da 2 a 6 anni.

I master universitari di secondo livello durano minimo un anno, l'accesso è subordinato al superamento di un esame di ingresso.

Ad ogni esame universitario è associato un voto (espresso in trentesimi) e un certo numero di crediti formativi universitari (CFU). I CFU quantificano l'impegno richiesto per superare un esame. Ad es. 1 CFU è considerato, in via convenzionale, pari a 25 ore di studio (compreso il lavoro fatto in autonomia).

SCUOLE DI ECCELLENZA
Le scuole superiori di studi universitari e alta formazione, dette comunemente "Scuole di eccellenza", sono istituzioni che  affiancano ed integrano i percorsi formativi degli studenti iscritti alle università ordinarie rispetto alle quali offrono una formazione potenziata e di eccellenza.
L’ammissione avviene attraverso una selezione basata sul merito.
In pratica lo studente frequenta contemporaneamente sia l’università ordinaria sia la Scuola di eccellenza.
Alla fine del corso di studi lo studente che ha frequentato una Scuola di eccellenza oltre alla laurea conseguita nell'università ordinaria consegue anche un diploma che attesta un percorso supplementare.
Lo studente che  rispetti i criteri di frequenza e profitto richiesti dalla Scuola (ad es. superare tutti gli esami in tempo e mantenere una determinata media, frequentare seminari interdisciplinari, corsi di lingue, ecc.) fruisce di ospitalità gratuita presso una residenza universitaria, un rimborso totale o parziale delle tasse universitarie e un contributo per lo studio.

Procedure di accesso all'università

I corsi di laurea possono essere ad "accesso libero" (senza test di ammissione) o ad "accesso programmato" (con test di ammissione).
Per i corsi ad accesso libero lo studente procede direttamente all'immatricolazione seguendo le istruzioni fornite dall'ateneo.
Alcuni corsi ad accesso libero prevedono una prova di accertamento dei requisiti minimi (TARM) diretta a valutare la preparazione degli studenti, prova che non preclude comunque l'iscrizione al corso. Eventuali lacune possono essere colmate frequentando corsi di recupero organizzati dalle stesse università.
Per i corsi ad accesso programmato è necessario superare un test di ammissione. Occorre quindi fare una pre-iscrizione per poter partecipare al test e, una volta superato, procedere all'immatricolazione secondo le modalità e le scadenze indicati nei bandi di ammissione.
L'accesso programmato può essere nazionale o locale. Nel primo caso è gestito e disciplinato direttamente dal MIUR che ne decide tempistiche e modalità, costituendo un'unica graduatoria nazionale che comprende tutti gli atenei d'Italia.
L'accesso programmato locale è invece gestito in modo autonomo dai singoli atenei che possono scegliere le date dei test, le domande e i posti messi a disposizione.

L'immatricolazione è l'iscrizione vera e propria all'università. Ad ogni studente viene assegnato un numero di matricola valido per tutta la durata del corso di studi, numero che sarà utilizzato per effettuare i pagamenti delle rette, per prenotare gli esami, ecc.
L'iscrizione si perfeziona con il pagamento della prima rata delle tasse universitarie e della tassa di immatricolazione. Nel mese di marzo (solitamente) si paga la seconda rata che viene calcolata sulla base del reddito dello studente.

Le modalità di pagamento e le scadenze sono definite in modo autonomo da ciascun ateneo e quindi l'ammontare delle tasse e dei contributi varia da un'università all'altra, a seconda del corso prescelto e delle condizione economiche dello studente, o se ci si iscrive a tempo pieno o a tempo parziale.

 

Riferimenti utili