Volontariato

Versione stampabileSend by email
Aggiornamento: 
Maggio 2013
Informazioni generali, progetti attivi sul territorio nazionale e indirizzi utili.

Volontariato in Italia

Per volontariato si intende il complesso di attività, iniziative, interventi realizzati in modo gratuito e spontaneo per fini altruistici e di solidarietà.

Il campo di azione dei volontari è molto vasto e spazia dall’assistenza alle persone in difficoltà (anziani, disabili, immigrati), all’organizzazione di eventi culturali e sportivi, alle attività di tutela dell’ambiente. In Italia la materia del volontariato è regolata dalla Legge quadro n. 266 del 1991[1], che ne riconosce il valore e la funzione sociale.

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali cura l'attuazione delle disposizioni normative sul volontariato.

La Legge ha introdotto due organi: l’Osservatorio Nazionale per il Volontariato, che svolge funzioni di coordinamento, promozione, monitoraggio della realtà italiana e i Centri di Servizio per il Volontariato, che sono enti non commerciali istituiti appositamente per erogare servizi a vantaggio del volontariato. Destinatarie sono dunque le organizzazioni, iscritte o meno ai registri regionali. I servizi di norma consistono in: promozione e consolidamento, assistenza e consulenza, formazione.

Non esiste un percorso predefinito da seguire per partecipare a esperienze di volontariato, ma conviene, come primo passo, avvicinarsi alle organizzazioni presenti sul territorio per conoscerne l’attività e offrire la propria disponibilità. Talvolta gli enti (soprattutto nel campo sociale) svolgono una selezione dei candidati che si presentano, valutandone competenze e motivazioni. Sono programmati anche momenti di formazione, in genere di breve durata e inerenti all’ambito di intervento. Le organizzazioni di volontariato devono assicurare i propri volontari contro infortuni e malattie derivanti dall’attività esercitata e per la responsabilità civile verso terzi.

In Italia sono nati dei progetti nazionali di volontariato rivolti ai giovani che vedono coinvolte sia realtà del mondo associativo che enti istituzionali. Di seguito riportiamo informazioni sui due più significativi.

Servizio Civile Nazionale Volontario

Il Servizio Civile Nazionale Volontario costituisce un’esperienza di “cittadinanza attiva” che possono sperimentare ragazze e ragazzi di età compresa tra i 18 e i 28 anni compiuti.

E’ stato introdotto dalla Legge 64/2001[2] con l’obiettivo di realizzare alcune finalità: favorire la solidarietà sociale, la cooperazione locale e internazionale, partecipare alla salvaguardia e alla tutela del patrimonio ambientale, storico-artistico, forestale. La durata è di 12 mesi e per i volontari è previsto un rimborso di € 433,80 mensili e l’acquisizione eventuale di crediti formativi.

Per aderire al Servizio Civile Nazionale Volontario occorre presentare la domanda di partecipazione quando vengono pubblicati i bandi, che raccolgono i progetti proposti da enti, organizzazioni e amministrazioni pubbliche e private, approvati dall'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile (UNSC).

Per ulteriori informazioni si consiglia la lettura della scheda orientativa Servizio Civile Nazionale Volontario.

Sportelli Scuola & Volontariato

Da alcuni anni si stanno diffondendo in Italia alcune iniziative denominate Sportelli Scuola & Volontariato.

Si tratta di progetti nati dalla collaborazione tra istituti scolastici, Regioni, Province, Comuni, Centri di servizio per il volontariato e altri partner. Hanno lo scopo di promuovere e diffondere tra i giovani delle scuole superiori il concetto e la pratica della gratuità, attivando esperienze di volontariato interne ed esterne alla scuola, come l’organizzazione di stage presso associazioni, azioni di informazione sulle attività del territorio, scambi internazionali, gemellaggi. Gli sportelli svolgono inoltre orientamento al Servizio Civile Nazionale Volontario. Ai ragazzi che prendono parte alle attività contemplate dai rispettivi progetti, vengono assegnati crediti formativi. Le certificazioni delle attività svolte sono rilasciate dagli stessi Sportelli o dalle associazioni presso le quali i giovani hanno prestato la propria opera.

Volontariato all’estero

Esistono diversi tipi di esperienze. Alcune sono rivolte solo a professionisti: medici, personale infermieristico, agronomi, veterinari, educatori; altre sono aperte a tutti.

Il Ministero degli Affari Esteri ha competenza per quanto riguarda la cooperazione internazionale e cura il portale sulla Cooperazione Italiana allo Sviluppo http://www.cooperazioneallosviluppo.esteri.it/pdgcs.

Le tipologie di volontariato all’estero si possono fondamentalmente dividere tra quelle a lungo termine e quelle a medio e breve termine. Di seguito riportiamo informazioni su entrambe le opportunità.

Opportunità a lungo termine

Secondo la Legge 49/1987[3] Nuova disciplina della cooperazione dell'Italia con i paesi in via di sviluppo, modificata dalla Legge 288/1991, il volontario è solo colui che, con un contratto non inferiore ai due anni, riceve dallo Stato un trattamento previdenziale, assicurativo ed economico stabilito in base al costo della vita del paese di destinazione. E' infatti prevista per il volontario una retribuzione mensile, che consente di vivere in modo dignitoso nel paese in cui si sta operando. E' necessario essere maggiorenni, anche se la maggior parte delle organizzazioni richiede un'età minima di 28 anni.

Se si è interessati a partecipare a progetti di volontariato all’estero occorre inviare il proprio curriculum vitae e una lettera di presentazione alle Organizzazioni Non Governative: ONG.

Nel Portale del Ministero degli Affari Esteri si trova l'elenco delle ONG che hanno ottenuto il riconoscimento di idoneità per la gestione di progetti di cooperazione http://www.cooperazioneallosviluppo.esteri.it/pdgcs/italiano/Partner/ONG/intro.html.

L’Associazione delle ONG italiane pubblica nel proprio sito (http://www.ongitaliane.org) l’elenco delle ONG legalmente costituite e impegnate in attività di cooperazione internazionale da almeno tre anni.

E’ possibile infine rivolgersi a una delle tre federazioni di ONG, che, utilizzando i curricula dei volontari, creano banche dati con l’obiettivo di facilitare l’incontro tra domanda e offerta di risorse umane per la cooperazione:

  1. CIPSI (Coordinamento di Iniziative Popolari di Solidarietà Internazionale) - http://www.cipsi.it
  2. COCIS (Coordinamento delle Organizzazioni non governative per la Cooperazione Internazionale allo Sviluppo) - http://www.cocis.it
  3. FOCSIV (Federazione Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontariato) - http://www.focsiv.it

I volontari selezionati partecipano a un percorso di formazione impegnativo, di solito articolato in una parte generale (conoscenza dell’ente, condizioni del paese di destinazione, studio del progetto, nozioni di prevenzione igienico sanitaria) e una parte più specifica inerente al progetto di impiego. Si tratta di corsi residenziali e incontri tematici. La formazione prosegue per un breve periodo anche nel luogo di realizzazione del progetto.

Nell’ambito del volontariato all’estero operano anche organismi che fanno riferimento alle Nazioni Unite (UNESCO, FAO). I requisiti per i volontari delle Nazioni Unite sono specifici: avere almeno 25 anni, un diploma universitario o di livello superiore e almeno quattro anni di esperienza professionale nel proprio campo di attività; per le professioni tecniche il diploma e cinque anni di esercizio. Ottima conoscenza di una o più lingue. Per ulteriori informazioni sul programma volontari delle Nazioni Unite visitare il sito http://www.unvolunteers.org.

Opportunità a breve termine

Per chi non può impegnarsi in progetti che si protraggano oltre i 12 mesi, è possibile fare esperienze più brevi, tra i 2 e i 12 mesi, sia in Europa che in paesi extra-europei.

Campi di volontariato

Sono opportunità di volontariato di breve periodo (2-3 settimane), che è possibile sperimentare, in particolare nel periodo estivo, insieme a giovani provenienti da paesi diversi. Si partecipa ad attività che spaziano dall’assistenza educativa e ricreativa, al recupero di beni architettonici e ambientali, alla partecipazione ad attività agricole o edili. Generalmente l'età richiesta per partecipare a un campo di volontariato è compresa tra i 16 e i 26 anni (sono spesso ammesse anche persone di età maggiore o famiglie). Le spese di viaggio sono a carico dei volontari. In alcuni casi ci sono da sostenere anche le spese di iscrizione al campo e si versa una quota che copre i costi di vitto e alloggio (normalmente offerti dall’ente organizzatore).

Nel sito del Centro Nazionale per il Volontariato è possibile visionare alcune proposte di campi estivi: http://www.centrovolontariato.net/risorse/campiestivi.html

Si consiglia inoltre la lettura della scheda orientativa Campi di volontariato sociale-ecologico.

Servizio civile nazionale volontario all’estero

Tra i progetti di Servizio Civile Nazionale Volontario che ogni anno vengono approvati, una quota è destinata a esperienze che si svolgono all’estero in ambiti di intervento quali la cooperazione internazionale e lo sviluppo delle comunità locali. Lo svolgimento del servizio civile all'estero, oltre che un'occasione di crescita personale e professionale per i giovani volontari, rappresenta uno strumento particolarmente efficace per diffondere la cultura della solidarietà e della pace tra i popoli. Il trattamento economico dei volontari impiegati all'estero prevede che il compenso base mensile di € 433,80 venga integrato con una indennità pari a € 15 al giorno, oltre a un contributo per le spese di vitto e alloggio, qualora non siano già assicurati dagli organizzatori del progetto, di € 20 al giorno.

SVE - Servizio Volontario Europeo

E’ un progetto rivolto ai giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni che risiedono in uno Stato membro dell’Unione Europea. La durata varia dai 2 ai 12 mesi. I volontari svolgono attività inerenti alla tutela dell’ambiente, l’arte, la cultura e i servizi sociali; nell’ottica dell’apprendimento interculturale, della partecipazione attiva alla vita sociale di altri paesi, del sostegno allo sviluppo delle comunità locali e dello scambio di esperienze. L’iniziativa vede il coinvolgimento di tre partner: il volontario, la struttura di invio e l’organizzazione di accoglienza (ONG, associazioni, enti istituzionali). Viaggio e permanenza sono cofinanziati dall’Unione Europea. L’ente di invio aiuta gli aspiranti volontari a scegliere la destinazione, svolge le pratiche burocratiche necessarie, organizza e prepara il viaggio, segue il volontario durante il servizio. Per informazioni sui progetti si consiglia di visitare il sito dell’Agenzia Nazionale per i Giovani con pagine sul programma Gioventù in Azione, che promuove progetti europei di mobilità giovanile internazionale di gruppo e individuale con paesi terzi http://www.agenziagiovani.it/azioni/azione2.aspx

Progetti e servizi a Torino

Per conoscere indirizzi e attività delle associazioni di volontariato presenti in Piemonte si consiglia di rivolgersi ai Centri di Servizio per il Volontariato, i cui riferimenti si trovano sul sito del Coordinamento Nazionale dei CSV http://www.csvnet.it

Giovani x Torino - Progetto di volontariato giovanile della Città di Torino

E’ un progetto di volontariato civico della Città di Torino, attivo dal 1995, rivolto ai giovani tra i 16 e i 30 anni, che prevede la possibilità di partecipare alla promozione di eventi e manifestazioni culturali, sociali e sportive, sperimentando azioni concrete di volontariato e accoglienza. Per partecipare è possibile iscriversi direttamente on-line collegandosi al sito del Comune di Torino, che contiene pagine sul progetto, puntualmente aggiornate con le nuove iniziative, di cui si viene informati anche tramite mail.

Per informazioni:

  • Ufficio Volontariato Giovanile - Città di Torino - via delle Orfane 20 - 10122 Torino - tel. 0114434899 - 0114424967 (informazioni per aspiranti volontari) - 0114424967 (informazioni per enti che cercano volontari)
    http://www.comune.torino.it/gxt - E-mail: gxt@comune.torino.it

Gio21 - Sportello Giovani per il Volontariato

Presso lo sportello Gio21 è possibile trovare materiale informativo e pubblicazioni per orientarsi nella scelta dell'attività e gli operatori fanno da tramite tra associazioni presenti sul territorio e aspiranti volontari.

Per informazioni:

Servizio Cooperazione Internazionale

Il servizio della Città di Torino offre sostegno a programmi di solidarietà internazionale, attraverso gemellaggi, accordi di cooperazione, formazione e scambi culturali.

Per informazioni:

Sportello regionale Scuola & Volontariato

  • via Arnaldo da Brescia 53 c/o Convitto Statale Sordi - 10134 Torino - numero verde 800590006 - tel. 0115618404 fax 0115176173 - Orario: lunedì-giovedì 9.00-13.00/14.00-17.00; venerdì 9.00-13.00
    http://www.scuolavolontariato.com (nel sito è possibile reperire i riferimenti degli altri sportelli presenti in Piemonte)
    E-mail: infoscuolavolontariato@gmail.com

Ufficio Servizio Civile Volontario Torino e provincia

Da giugno 2002 la Città di Torino partecipa attivamente alla promozione, all'elaborazione e alla gestione di progetti di Servizio Civile Nazionale Volontario.

Per informazioni:

Ufficio Servizio Volontario Europeo della Città di Torino

L’ufficio aperto dalla Città di Torino aiuta gli aspiranti volontari a scegliere dove andare; orienta sull'attività da svolgere; spedisce la richiesta d'invio per l'approvazione e si occupa della pratiche burocratiche; organizza il viaggio e prepara alla partenza; segue i volontari durante il servizio e valorizza la loro esperienza al rientro.

Per informazioni:

[1] Legge 11 agosto 1991 n. 266 "Legge-quadro sul volontariato", pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 196 del 22/08/1991.
[2] Legge 6 marzo 2001 n. 64 "Istituzione del servizio civile nazionale", pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 68 del 22/03/2001.
[3] Legge 26 febbraio 1987 n. 64 "Nuova disciplina della cooperazione dell'Italia con i paesi in via di sviluppo", pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 49 del 28/02/1987 - Supplemento ordinario n. 1.

Riferimenti utili

Informazioni locali

  • UFFICIO REGIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE - corso Stati Uniti 1 - 10128 Torino - tel. 0114323671 - 0114322285 - 0114323825 fax 0114325647 - Orario: lunedì-venerdì 10.00-12.30; lunedì e mercoledì anche 14.00-15.00
    E-mail: serviziocivile@regione.piemonte.it
    La sezione piemontese fornisce informazioni sui bandi e progetti presentati da enti con sede nel territorio regionale.
  • UFFICIO GIOVANI E SERVIZIO CIVILE DELLA PROVINCIA DI TORINO - corso Lanza 75 - 10131 Torino - tel. 0118613213 - 0118613142 fax 0118613134 - 0118613111
    http://www.provincia.torino.it/solidarietasociale/serv_civ_vol - E-mail: serviziocivile@provincia.torino.it 
    L’ufficio fornisce informazioni sui bandi e progetti presentati da enti con sede nel territorio provinciale.
  • UFFICIO SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO TORINO E PROVINCIA - via delle Orfane 20 - 10122 Torino - tel. 0114434873 fax 0114434874 - Orario: lunedì-venerdì 9.00-12.30; lunedì anche 14.00-16.30
    http://www.comune.torino.it/infogio/sercivol - E-mail: civile.volontario@comune.torino.it
    L’Ufficio è competente in merito all’elaborazione, gestione e promozione dei progetti promossi dalla Città di Torino, dai Comuni di Beinasco, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Piossasco, Rivalta di Torino, San Mauro Torinese, Settimo Torinese e Venaria Reale e da 40 altri enti pubblici e del privato sociale della provincia di Torino sottoscrittori di uno specifico Protocollo d’Intesa.
  • CENTRI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO IN PROVINCIA DI TORINO:
    • VSSP - CENTRO SERVIZI PER IL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI TORINO - via Giolitti 21 - 10123 Torino - numero verde 800590000 - tel. 0118138711 fax 0118138777 - Orario: martedì-venerdì 9.00-21.00. Per consulenze specialistiche sono previsti incontri su appuntamento.
      http://www.vssp.it - E-mail: centroservizi@vssp.it
    • IDEA SOLIDALE - CESVOL - CENTRO SERVIZI VOLONTARIATO PROVINCIA DI TORINO - corso Unione Sovietica 248 - 10152 Torino - numero verde 800033792 - tel. 0110702110 fax 0110702111 - Orario: lunedì-venerdì 9.30-13.00/14.00-18.00, sabato  9.30-13.00
      http://www.ideasolidale.org - E-mail: info@ideasolidale.org
      Fornisce servizi di orientamento a aspiranti volontarie/i sulle differenti organizzazioni che operano sul territorio.