Servizio Civile Nazionale Volontario

Versione stampabileSend by email
Aggiornamento: 
Gennaio 2016

Introduzione

Il Servizio Civile Nazionale è stato istituito nel 2001 e dal 2005 si svolge solo su base volontaria. Costituisce un’esperienza di “cittadinanza attiva” a cui possono partecipare ragazze e ragazzi di età compresa tra i 18 e i 28 anni (28 anni + 364 giorni).
Le finalità del Servizio Civile sono: favorire la solidarietà, la cooperazione locale e internazionale, la tutela dei diritti sociali, la partecipazione alla salvaguardia e alla tutela del patrimonio ambientale, storico-artistico, forestale.
E’ un’esperienza che contribuisce alla formazione civile, sociale e professionale dei giovani.
La durata dell’esperienza è di 12 mesi e l’impegno richiesto può variare dalle 30 alle 36 ore settimanali oppure prevedere un monte ore annuo minimo di 1.400.
I volontari ricevono un rimborso economico pari a € 433 mensili.
La partecipazione a un progetto del Servizio Civile può anche consentire l’acquisizione di crediti formativi universitari.
Durante i 12 mesi di servizio il volontario può usufruire di un massimo di 20 giorni di permesso retribuito, per motivi ed esigenze personali. Sono previsti anche permessi straordinari, per esempio per la donazione di sangue o l’esercizio del diritto di voto per chi svolge il servizio lontano da casa.
Si ha inoltre diritto all’assistenza del Servizio Sanitario Nazionale: è possibile dunque assentarsi, presentando certificazione medica, sino a 15 giorni durante i quali viene corrisposto per intero l’assegno mensile. Per un periodo superiore e fino a 15 giorni ulteriori, l’importo economico è decurtato in relazione ai giorni di assenza.
Superate le soglie massime di permessi e di assenze per malattia, il volontario è escluso dalla prosecuzione del servizio.

Il servizio civile può essere svolto anche all'estero nell'ambito di iniziative dell'Unione Europea o per interventi di pacificazione e cooperazione fra i popoli, istituite dalla stessa UE o da organismi internazionali operanti con le medesime finalità.
Per i volontari in servizio all’estero, oltre al normale compenso per il servizio civile in Italia, è previsto il rimborso delle spese di viaggio di andata e ritorno e un'indennità di € 15 giornalieri, oltre a € 20 giornalieri per vitto e alloggio, per tutto il periodo di effettiva permanenza all'estero. 

Come si partecipa

I giovani interessati a questa esperienza possono, in determinati periodi dell’anno, informarsi sulle opportunità offerte dai bandi del Servizio Civile Nazionale consultando il sito www.serviziocivile.gov.it
E’ molto importante leggere con attenzione i progetti proposti per effettuare una scelta attinente ai propri interessi, passioni e motivazioni personali.
Requisiti fondamentali per la partecipazione sono:

  • essere cittadini dell'Unione Europea o extra U.E. (in possesso dei requisiti previsti dal bando che sono specificati qui www.comune.torino.it/infogio/sercivol/funziona.htm)
  • avere una età compresa tra i 18 e i 28 anni compiuti alla data di scadenza del bando 
  • non aver riportato condanne penali

Alcuni progetti possono prevedere ulteriori requisiti obbligatori legati alle specificità del servizio.
Una volta individuato il progetto che interessa maggiormente è consigliabile contattare direttamente l’ente titolare per eventuali chiarimenti e informazioni di dettaglio.

Per conoscere le esperienze promosse dalla Città di Torino e dagli enti partner è possibile visitare il sito: www.comune.torino.it/infogio/sercivol

La domanda

La domanda si presenta in seguito alla pubblicazione del bando. I bandi vengono pubblicati sul sito dell’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile.
La candidatura può essere effettuata per un solo progetto, pena l’esclusione. La domanda deve essere consegnata a mano, inviata per posta con raccomandata A/R o con PEC (Posta Elettronica Certificata) all’ente che ha proposto il progetto a cui si è interessati, allegando la documentazione richiesta. Tutto il materiale deve pervenire all’ente entro la data e l'ora di scadenza del bando.
Si è esclusi dai colloqui di selezione anche in caso di domande presentate in ritardo o non complete.
Tutta la modulistica richiesta (domanda di ammissione, dichiarazione relativa ai titoli di studio posseduti ed esperienze) è disponibile online.
A completamento della domanda si devono allegare anche i seguenti documenti: curriculum vitae, fotocopia fronte retro della carta d’identità e del codice fiscale, copia dei titoli di studio e altre documentazioni significative (in sostituzione è possibile ricorrere ad autocertificazioni).

Il colloquio di selezione

Dopo aver presentato la domanda, il candidato sostiene presso l’ente titolare del progetto un colloquio di selezione, durante il quale il vengono valutati alcuni elementi, per esempio: le precedenti esperienze, la verifica dei requisiti richiesti, le motivazioni in relazione al progetto.
La mancata partecipazione al colloquio porta automaticamente all'esclusione del candidato.
Al termine della selezione viene elaborata una graduatoria degli idonei che sarà pubblicata sul sito dell'ente.
In seguito all'approvazione delle graduatorie, l’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile contatta i volontari selezionati e l’ente per comunicare la data di avvio al servizio.

 

Riferimenti utili

  • UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE - URP Ufficio per le Relazioni con il Pubblico - via della Ferratella in Laterano 51 - 00184 Roma - Telefono 0667792600 - Orario: lunedì-venerdì 9.00-12.30; lunedì, mercoledì e giovedì anche 14.30-16.30
    www.serviziocivile.gov.it - Email: urp@serviziocivile.it

Informazioni locali

Hanno contribuito / collaborato: 

Si ringrazia l’Ufficio Servizio Civile della Città di Torino per la collaborazione nell'aggiornamento della scheda.