Attività di collaborazione a tempo parziale presso le università in Piemonte

Versione stampabileSend by email
Aggiornamento: 
Dicembre 2015
Ultima modifica: 
Dicembre 2015

Premessa

Le università possono bandire dei concorsi annuali, riservati agli studenti iscritti ai diversi corsi di laurea, per l’assegnazione di attività retribuite di collaborazione a tempo parziale.
Queste collaborazioni rappresentano una opportunità lavorativa per i giovani studenti e permettono alle università di garantire lo svolgimento di alcuni servizi utili.

Da sapere:

  • la durata dell'incarico generalmente non supera le 200 ore annuali
  • da questa forma di collaborazione sono escluse l'attività di docenza, lo svolgimento degli esami e l'assunzione di responsabilità amministrative
  • tale collaborazione non configura in alcun modo un rapporto di lavoro subordinato e non fornisce alcuna valutazione utile per l’ammissione ai concorsi pubblici

Requisiti

Le collaborazioni vengono assegnate sulla base di graduatorie annuali redatte secondo criteri di merito.

Le condizioni di ammissione alla graduatoria e i compensi per le collaborazioni variano sulla base dei regolamenti approvati da ciascuna università.

Gli studenti interessati devono aver superato almeno i due quinti degli esami e/o aver maturato i crediti previsti dal piano di studi prescelto con riferimento all’anno d’iscrizione.

A parità di merito, l’incarico viene assegnato a chi si trova in condizioni economiche più disagiate.

Attività

Le collaborazioni prevedono lo svolgimento di attività di supporto ai servizi o alla didattica. Possono avere sede presso le segreterie studenti, gli uffici informativi e di orientamento, le biblioteche, le sale lettura e le strutture Edisu (Ente regionale per il Diritto allo Studio Universitario).

La legge prevede che le università provvedano alla copertura assicurativa in caso d’infortunio.

Bandi di selezione

Università degli Studi di Torino

Ogni anno l'Università degli Studi di Torino affida attività di collaborazione da prestare a tempo parziale presso le strutture universitarie, per un  massimo di 200 ore per ciascuno studente collocatosi in graduatoria utile. Ogni facoltà ha la possibilità di bandire un proprio concorso, con termini e modalità che differiscono per ciascun bando.

Per informazioni dettagliate su periodo di pubblicazione dei bandi, requisiti d’accesso, modalità e tempi di presentazione delle domande, graduatorie si può consultare il sito dell’Università oppure ci si può rivolgere direttamente a:

Inoltre, l'Università degli Studi di Torino promuove l'assegnazione di borse di studio per "attività di accompagnamento degli studenti con disabilità". I bandi di selezione sono consultabili al link www.unito.it/servizi/oltre-lo-studio/borse-e-premi-di-studio.

Politecnico di Torino

Il Politecnico di Torino finanzia collaborazioni retribuite per attività di supporto alla didattica e ai servizi agli studenti. Tali collaborazioni comportano un'attività che può prevedere, nell'anno accademico, un massimo di 200 ore di lavoro. Nel corso dell'anno vengono pubblicati più bandi (bando I periodo didattico, II periodo didattico, per le attività di orientamento, bando estivo, bando per collaborazioni riservate a studenti stranieri, ecc. ) e le graduatorie sono stilate in base al merito scolastico acquisito.

Per informazioni dettagliate su periodo di pubblicazione dei bandi, requisiti d’accesso, modalità e tempi di presentazione delle domande, graduatorie si può consultare il sito del Politecnico oppure ci si può rivolgere direttamente a:

Anche il Politrecnico di Torino offre ai suoi iscritti la possibilità di collaborare a attività di tutorato destinate agli studenti disabili. I candidati in possesso dei requisiti richiesti sono inseriti in un apposito albo, periodicamente aggiornato. E' possibile presentare la propria candidatura in qualsiasi momento dell'anno. Tutti i dettagli sull'attività di tutorato sono presenti al link https://didattica.polito.it/disabili/it/studenti_tutori.

Università degli Studi del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro”

L'Università attiva annulamente per i propri studenti, attraverso specifici bandi, alcune attività di collaborazione.

"150 ore"

Gli studenti in regola con l'iscrizione possono fare domanda per essere ammessi alla selezione per collaborazioni retribuite a tempo parziale per un massimo di 150 ore per anno accademico.

Borse lavoro (voucher)

In alcuni anni accademici l'Università decide di avvalersi della formula dei buoni lavoro (voucher) per svolgerei attività istituzionali. Per l'affidamento degli incarichi è necessario superare un concorso per titoli e colloquio. 

Per informazioni dettagliate su periodo di pubblicazione dei bandi, requisiti d’accesso, modalità e tempi di presentazione delle domande, graduatorie si può consultare il sito dell’Università oppure rivolgersi direttamente a: