Meteorologo

Versione stampabileSend by email
Aggiornamento: 
Marzo 2016
Professionista che effettua osservazioni, rilevamenti e misurazioni relativi a fenomeni atmosferici.

Profilo professionale

Il meteorologo è il professionista specializzato nello studio e nell'analisi dell’andamento dei fenomeni atmosferici e nell'interpretazione dei dati meteorologici raccolti da stazioni aeree e terrestri. Effettua rilevazioni sul clima (temperature, precipitazioni, pressione atmosferica), utilizzando appositi strumenti come termometri, barometri, pluviometri e cura l’installazione e il funzionamento di questi dispositivi. Fornisce le previsioni meteorologiche a breve e lungo termine utilizzando modelli matematici, programmi statistici e supporti informatici. Elabora mappe e bollettini per la diffusione delle previsioni meteorologiche attraverso i maggiori mezzi di comunicazione (quotidiani, riviste, televisione) e attraverso i siti specializzati. Provvede, infine, all’archiviazione dei dati sull’andamento del clima, inserendoli in banche dati informatizzate che verranno utilizzate dai climatologi per poter fare delle ricerche sull’evoluzione dei sistemi climatici nel lungo periodo.

Formazione

Non esiste un iter formativo specifico per diventare meteorologi. Tuttavia le competenze richieste suggeriscono un percorso universitario di tipo scientifico, con una buona preparazione in fisica, chimica, scienze geologiche, agrarie e naturali.
Fra i vari corsi di laurea si segnalano:

  • corso di laurea in Fisica dell'atmosfera e meteorologia, attivato presso le Università degli Studi di Bologna e Roma Tor Vergata;
  • corso di laurea in Scienze nautiche e aeronautiche - indirizzo Meteorologia e ocenografia, attivato presso l’Università degli Studi di Napoli;

Alcune lauree prevedono all'interno dell'offerta formativa corsi di meteorologia, climatologia e fisica dell'atmosfera. Si segnalano:

  • corso di laurea in Fisica del sistema terra, attivato presso l'Università degli Studi di Bologna;
  • corso di laurea in Fisica presso l'Univesità degli Studi di Torino (prevede un corso di Fisica del clima);
  • corso di laurea in Scienze ambientali, attivato presso numerosi atenei italiani;
  • corso di laurea in Fisica attivato presso le Facoltà di Scienze MFN - Matematiche Fisiche e Naturali. Può prevedere vari indirizzi specifici: atmosferico, geofisico e meteorologico.

Dopo aver conseguito la laurea triennale, occorre proseguire gli studi iscrivendosi a un corso di laurea magistrale in Fisica (LM17) oppure in Scienze geofisiche (LM79).
L’offerta formativa è piuttosto varia e le denominazioni dei corsi di laurea sono attribuite direttamente dalle università, per cui risulta difficile elencare tutti i corsi attivati dalle varie facoltà. È consigliabile, quindi, rivolgersi direttamente alle segreterie delle università per ottenere informazioni specifiche o visitare il sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca www.miur.it.
Una volta terminato il percorso universitario, si possono approfondire le basi ottenute, frequentando un corso di specializzazione o un master post-laurea.

Accesso alla professione

La professione di meteorologo non ha ancora ricevuto un riconoscimento giuridico. Pertanto, non esistono leggi nazionali di riferimento né albi ufficiali a cui iscriversi.
L’AGI - Associazione Geofisica Italiana è, attualmente, l’unica associazione in Italia ad aver istituito un Elenco di esperti certificati per la professione di meteorologo, climatologo e fisico dell'ambiente. Ulteriori informazioni sul sito www.associazionegeofisica.it.
Il meteorologo può svolgere la propria attività alle dipendenze di istituti di ricerca, università, associazioni ambientaliste, agenzie regionali per la protezione dell’ambiente (come l’ARPA, Agenzia Regionale Protezione Ambientale), industrie che operano nel campo della strumentazione meteorologica, servizi meteo nazionali e internazionali.

La SMI - Società Meteorologica Italiana - è un’associazione scientifica senza fine di lucro, che opera su tutto il territorio nazionale, e promuove lo sviluppo e la conoscenza delle scienze dell’atmosfera e meteorologiche in Italia.
Attraverso la rivista di meteorologia Nimbus, la SMI si pone come punto di riferimento e di aggregazione per i professionisti del settore e offre il suo contributo di informazione e divulgazione sul sito www.nimbus.it.
Sul portale, oltre a concorsi e borse di studio, è possibile reperire indicazioni su corsi di formazione e perfezionamento, ricerche di personale in Italia e all’estero.

In alternativa, l'accesso alla professione è possibile anche attraverso il superamento di un concorso pubblico per l'arruolamento nell'Aeronautica Militare.
All'interno dell'Aeronautica sono previsti quattro divisioni che si occupano di meteorologia.
Se si è in possesso di una laurea magistrale in Fisica, ad esempio, è possibile diventare Ufficiali del GARF - Genio aeronautico, ruolo Fisici - ed entrare nel Servizio Meteorologico. Vi sono poi gli "Informatori", militari che lavorano nelle stazioni meteorologiche e che interpretano e divulgano i dati e le informazioni; gli "Osservatori", allievi sottoufficiali che monitorano le condizioni meteorologiche presso le stazioni in cui operano ed, infine, i "Previsori", Ufficiali del Genio, ruolo Assistenti Tecnici (GARAT) che si occupano di elaborare le previsioni a partire da dati e modelli matematici.
Per maggiori informazioni www.aeronautica.difesa.it/Pagine/default.aspx

Riferimenti utili

  • MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE - via Cristoforo Colombo 44 - 00147 Roma - tel. 0657221
    www.minambiente.it - Email: URP@minambiente.it
  • www.eea.europa.eu/it - sito dell'Agenzia Europea dell’Ambiente.
  • www.isac.cnr.it - sito dell'ISAC - Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima. 
  • www.isprambiente.gov.it/it/ - sito dell'ISPRA - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ex APAT)
  • www.ibimet.cnr.it - sito dell'IBIMET - Istituto di Biometeorologia. 
  • www.nimbus.it - sito della SMI - Società Meteorologica Italiana, che fornisce informazioni utili sullo studio e il lavoro in Italia e all'estero.

Informazioni locali

  • ARPA PIEMONTE - Agenzia Regionale Protezione Ambientale - via Pio VII 9 - 10135 Torino - numero verde 800518800 - tel. 01119681111 fax 01119681151
    www.arpa.piemonte.it - Email: urp@arpa.piemonte.it
    Nella sezione Lavora con noi si trovano informazioni su concorsi e tirocini formativi.