Climatologo

Versione stampabileSend by email
Aggiornamento: 
Agosto 2016
Ultima modifica: 
Agosto 2016
Professionista che studia il clima, i cambiamenti climatici globali e l’impatto sul territorio.

Profilo professionale

Il climatologo è l’esperto che studia l'evoluzione dei sistemi climatici locali, regionali e globali nel corso degli anni. Può applicare le sue conoscenze ad altri campi di studio, come l'ingegneria, l'architettura o l'agricoltura, oppure può dedicarsi alla ricerca, producendo modelli matematici di simulazione del clima futuro o ricostruendo quello del passato (paleoclimatologia, glaciologia). Il suo lavoro si svolge in parte sul campo per la rilevazione dei dati e in parte in laboratorio per l’elaborazione di modelli teorici.
È una figura importante per l’aiuto che è in grado di fornire nelle politiche di prevenzione dei danni ambientali e per la sua capacità di suggerire tecniche di correlazione tra colture, sviluppo industriale e ambiente.
Le sue competenze professionali non vanno confuse con quelle del meteorologo, che invece studia il tempo atmosferico concentrandosi sul breve periodo (due o tre settimane).

Formazione

L'Università di Pisa, per l'anno accademico 2016-17, ha attivato nell'ambito del corso di laurea magistrale in Scienze Ambientali il Curriculum Climatologo, per colmare una lacuna specifica del nostro sistema accademico. Un percorso di studi ad hoc che porterà lo studente a acquisire nozioni di: 

  • Fisica e Chimica dell'Atmosfera
  • Climatologia Generale ed Applicata
  • Bioclimatologia Umana
  • Paleoclimatologia e Climatologia Storica
  • Teoria e metodi pratici per le Previsioni Meteorologiche

La proposta dell'ateneo toscano rappresenta un unicum a livello nazionale. Infatti, fino ad oggi chi intendeva avvicinarsi alla professione di Climatologo doveva scegliere un percorso universitario di tipo scientifico, con una buona preparazione in fisica, chimica, scienze geologiche, agrarie e naturali, come:

  • Scienze e tecnologie fisiche (L-30) 
  • Scienze e tecnologie per l'ambiente e la natura (L-32)
  • Scienze nautiche e aeronautiche - indirizzo Meteorologia e ocenografia, attivato presso l’Università degli Studi di Napoli
  • Fisica presso le Facoltà di Scienze MFN - Matematiche Fisiche e Naturali. Può prevedere vari indirizzi specifici: atmosferico, geofisico e meteorologico

Dopo aver conseguito la laurea triennale, occorreva proseguire gli studi iscrivendosi a un corso di laurea magistrale in Fisica (LM17) oppure in Scienze geofisiche (LM79).

Sul sito Universitaly è possibile ricercare i vari corsi di laurea.
È consigliabile rivolgersi alle segreterie delle università per informazioni specifiche.

Accesso alla professione

La professione di climatologo non ha ancora ricevuto un riconoscimento giuridico. Pertanto, non esistono leggi nazionali di riferimento né albi ufficiali a cui iscriversi. L’Associazione Geofisica Italiana è, attualmente, l’unica associazione in Italia ad aver istituito un elenco di esperti certificati per la professione di meteorologo, climatologo e fisico dell'ambiente.

A livello professionale, sono diverse le possibilità di inserimento sia nel settore pubblico che in quello privato.
Il climatologo, in genere, lavora come dipendente di realtà che operano nel settore dell'industria, dell'energia e dell'agricoltura. Nello specifico può trovare impiego presso aziende che costruiscono strumenti meteorologici, che producono software per la gestione di reti di misura o che effettuano valutazioni e certificazioni ambientali, o presso entri che si occupano di ricerca, difesa del territorio e rischi idrogeologici. 

Riferimenti utili

  • Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - www.minambiente.it - email: urp@minambiente.it
  • MIUR - Ministero dell'Istruzione e della Ricerca - www.miur.it - email: urp@istruzione.it 
  • Associazione Geofisica Italiana - www.associazionegeofisica.it  
  • Agenzia Europea dell'Ambiente - www.eea.europa.eu/it 
  • Istituto di Biometeorologia - www.ibimet.cnr.it. Nella sezione Bandi si trovano informazioni sui concorsi, mentre nella sezione Corsi si viene aggiornati su attività di formazione post-laurea o di specializzazione, organizzate dall'Istituto stesso.
  • Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima - www.isac.cnr.it. Nella sezione Jobs di lavoro sono indicate le posizioni lavorative per le quali è possibile inviare il curriculum
  • Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale - www.isprambiente.gov.it/it
  • Nimbus - www.nimbus.it - sito della Società Meteorologica Italiana, che fornisce informazioni utili sullo studio e il lavoro in Italia e all'estero. In particolare alla pagina studiare meteorologia sono elencati i percorsi di studio attinenti a questa professione
  • ARPA PIEMONTE - www.arpa.piemonte.it - email: urp@arpa.piemonte.it. Nella sezione Lavora con noi sono reperibili informazioni su concorsi e tirocini formativi