Perito agrario

Versione stampabileSend by email
Aggiornamento: 
Novembre 2015
Figura professionale che si occupa di amministrazione e gestione di aziende agricole, controllo qualità nella filiera produttiva, progettazione e gestione aree verdi, impatto ambientale...

Profilo professionale

Il perito agrario è un tecnico polivalente competente in amministrazione e conduzione di cooperative, aziende agrarie e zootecniche, gestione del territorio e analisi socio-economiche. Tuttavia, negli ultimi anni questa figura professionale si è arricchita di conoscenze specialistiche in più ambiti, per rispondere alle moderne linee guida sui temi dell’ambiente e del territorio.

Competenze del perito agrario

Il perito agrario è competente nella seguenti attività:

  • direzione e gestione di aziende agrarie e zootecniche, comprese le funzioni contabili, di assistenza e rappresentanza tributaria, amministrazione del personale
  • progettazione, direzione e collaudo di opere di miglioramento fondiario, misura, stima e divisione di fondi rustici, costruzioni e aziende agrarie
  • lavori catastali, topografici, cartografici e tipi di frazionamento
  • valutazione di danni alle colture
  • direzione e manutenzione di parchi, progettazione, direzione e cura di giardini, anche in aree urbane
  • assistenza tecnica ai produttori agricoli

Accanto al settore puramento agricolo, il perito agrario può trovare interessanti sbocchi professionali anche:

  • nell'industria agroalimentare e di trasformazione dei prodotti agricoli
  • nel controllo della qualità dei prodotti nei diversi livelli della filiera produttiva
  • nel controllo e assistenza tecnica delle aziende che seguono le linee produttive dell'agricoltura biologica
  • nella valutazione di impatto ambientale
  • nella pianificazione urbana e territoriale
  • nella progettazione di interventi di restauro ambientale e paesaggistico
  • nella direzione di parchi e aree protette

Accesso alla professione

Il percorso formativo prevede due possibilità: il conseguimento del diploma di Perito Agrario o la laurea triennale nelle discipline previste dalla normativa vigente. L'abilitazione all'esercizio della libera professione prevede un periodo di tirocinio e il superamento di un esame di Stato, indetto annualmente (MIUR).

Riferimenti utili

Riportiamo di seguito alcuni riferimenti utili per avere informazioni più dettagliate.