Risk manager ambientale

Versione stampabileSend by email
Aggiornamento: 
Marzo 2016
Dove sei: 
Figura professionale che si occupa di individuare e intervenire sulle criticità e i rischi di danno ambientale derivati dagli impianti e dalle attività produttive.

Profilo professionale

Il risk manager ambientale lavora solitamente all'interno di aziende analizzandone i processi produttivi per individuare le criticità rispetto alla tutela dell'ambiente e ipotizzare gli scenari di rischio. Questa figura professionale deve possedere una visione complessiva delle problematiche ambientali, e disporre  delle conoscenze per indirizzare gli interventi sia di bonifica che, ancora prima, di prevenzione e quindi di riduzione dei rischi nel modo più economico ed efficace. La valutazione del rischio avviene tenendo conto di fattori come la tipologia delle strutture (ad esempio impianto chimico o centrale termoelettrica), le eventuali materie prime impiegate (combustibili, prodotti chimici), la collocazione geografica ed ambientale dell’impianto.

Formazione

La professione di risk manager ambientale non è regolamentata a livello legislativo e non esiste un percorso di studi univoco. E' consigliabile una formazione di tipo tecnico-scientifico con esperienze in campo ambientale e possibilmente impiantistiche. Sono indispensabili competenze tecniche di carattere ambientale, tecnico-impiantistiche  e giuridico-normative.
La formazione può avere, quindi, indirizzo tecnico-scientifico (Ingegneria, Scienze ambientali o naturali, Biologia, Chimica) o economico. A livello universitario esistono diversi corsi di laurea particolarmente incentrati sulle tematiche ambientali, ovvero quelli appartenenti alla classe delle lauree in Ingegneria Civile e Ambientale e alla classe delle lauree in Scienze e Tecnologie per l’Ambiente e la Natura. L’offerta formativa è piuttosto varia e le denominazioni dei corsi di laurea sono attribuite direttamente dalle università, per cui risulta difficile elencare tutti i corsi attivati dalle varie facoltà. È consigliabile, quindi, rivolgersi direttamente alle segreterie delle università per ottenere informazioni specifiche o visitare il sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca www.miur.it.

Fra le scelte post laurea possibili, segnaliamo:

  • Master in green management, energy and corporate social responsibility (MaGER). Master universitario internazionale in lingua inglese, organizzato dall’Università Bocconi di Milano. Prevede 590 ore di insegnamento, 320 ore di stage presso organizzazioni leader nel settore dell'energia e della sostenibilità, integrato da workshop e testimonianze aziendali.
    UNIVERSITA’ BOCCONI - MaGER - via Sarfatti 25 - 20136 Milano - tel. 0258363815
    www.unibocconi.it/mager     
  • Master in Enviromental risk assessment and management. Master organizzato annualmente dal Cineas, Consorzio universitario specializzato nella formazione sui temi legati alla gestione del rischio. La sede del Master è il Politecnico di Milano. 
    CINEAS - Via Pacini, 11 - 20131 Milano - tel. 0236635006 fax 02 3663 5019
    http://cineas.it/index.php    Email: info@cineas.it

Riferimenti utili

  • ANRA - Associazione nazionale dei risk manager -Via del Gonfalone 3 - 20123 Milano - tel.  0258103300 fax  0258103233 
  • ENEA - Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile - Lungotevere Thaon di Revel, 76 - 00196 Roma - tel. 0636271 fax 0636272591/2777                
    www.enea.it/it

Informazioni locali

Riportiamo di seguito l'indirizzo del Centro di formazione dell’Unione Industriale di Torino, che organizza anche corsi per manager.

  • SKILLAB - Centro valorizzazione risorse umane - corso Stati Uniti 38 - 10128 Torino - tel. 0115718500 fax 0115718555
    www.skillab.it - E-mail: info@skillab.it