Formazione Professionale

Versione stampabileSend by email
Aggiornamento: 
Marzo 2013
Ultima modifica: 
Gennaio 2014

Formazione Professionale (FP)

La Formazione Professionale comprende un insieme di percorsi formativi, finalizzati a sviluppare le abilità e le competenze professionali che occorrono per affrontare le richieste provenienti dal mercato del lavoro.
Le attività di formazione professionale della Regione Piemonte sono disciplinate dalla Legge Regionale n. 63 del 13/04/1995, che ha tra le sue finalità lo sviluppo delle culture professionali necessarie a creare, per tutti, pari opportunità di accesso al mercato del lavoro.
I corsi sono organizzati dalle Agenzie formative in vari Comuni del territorio regionale. La maggior parte dei corsi sono gratuiti, ma possono essere a pagamento o finanziati solo in parte.

Informazioni sui corsi

A chi sono rivolti

I corsi si rivolgono a diverse categorie di persone:

  • giovani tra i 14 e i 18 anni (Obbligo di Istruzione);
  • giovani e adulti disoccupati o in cerca di prima occupazione, con più di 18 anni e che abbiano terminato il primo ciclo di istruzione (corsi del Mercato del Lavoro, per maggiorenni in possesso di diploma di scuola secondaria di primo grado - ex licenza media);
  • giovani e adulti disoccupati o in cerca di prima occupazione con più di 18 anni e che abbiano terminato il secondo ciclo di istruzione (qualifica o diploma di scuola media superiore) o in possesso di laurea (corsi del Mercato del lavoro per maggiorenni in possesso di questi titoli di studio);
  • persone già occupate, sia giovani (apprendisti o in contratto di Formazione Lavoro) sia adulti;
  • diversamente abili o persone con problemi di inserimento sociale;
  • studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado attraverso specifici progetti;
  • donne e stranieri extracomunitari attraverso direttive specifiche.

Con il termine “giovani” si intendono le persone fino a 25 anni.

Quanto durano e quando iniziano

I corsi Obbligo di Istruzione (rivolti a minori di 18 anni) possono essere triennali o biennali:

  • triennali: destinati a ragazzi dai 14 ai 17 anni in possesso del diploma di scuola secondaria di primo grado - ex “licenza media” (in alcuni casi il titolo può essere conseguito durante il corso stesso);
  • biennali: destinati a ragazzi dai 15 ai 17 anni che hanno frequentato almeno un anno di scuola superiore (in alcuni casi però è sufficiente la licenza media).

I corsi Mercato del Lavoro (rivolti a maggiorenni con qualunque titolo di studio) hanno durata variabile. Generalmente però, per rilasciare un titolo di studio riconosciuto, non possono essere inferiori alle 300 ore. La frequenza può essere in fascia diurna, preserale e serale ed è obbligatoria per almeno due terzi del corso.
Anche per questi corsi, in alcuni casi, il titolo di licenza media può essere conseguito durante il percorso formativo. I corsi sono rivolti a disoccupati/inoccupati[1] e prevedono un periodo di stage in azienda di durata compresa tra il 30% e il 50% delle ore/corso. Alcuni, inoltre, danno diritto a una borsa di studio.
I corsi di lunga durata iniziano per lo più in ottobre, quelli brevi anche durante l’anno.
È buona norma tenersi costantemente informati contattando le segreterie delle scuole.

I titoli rilasciati

I corsi di formazione professionale rilasciano le seguenti certificazioni:

  • attestato di frequenza (anche con profitto)
  • attestato di qualifica
  • attestato di specializzazione
  • patente di mestiere
  • abilitazione professionale

Tutte le certificazioni, a eccezione dell’attestato di frequenza, sono riconosciute dai Centri per l’Impiego e sono quindi valide per partecipare ai concorsi o alle chiamate pubbliche. Tutte le certificazioni rilasciano crediti formativi.

Per iscriversi

Bisogna rivolgersi alle segreterie delle scuole il più presto possibile, tenendo presente che, per buona parte dei corsi (soprattutto se rivolti a chi è in possesso di licenza media), occorre preiscriversi già a gennaio/febbraio.
A volte le iscrizioni vengono accettate oltre la data di scadenza dichiarata dalla scuola. È bene telefonare alla segreteria e accertarsi della possibilità di essere inseriti, anche a corso iniziato. È quasi sempre prevista una prova di ingresso (test, colloqui, prove pratiche).
L’iscrizione a un corso di formazione professionale è compatibile con l’iscrizione all’università.

Attenzione: è consigliabile iscriversi a più corsi poiché il numero dei partecipanti è limitato.

Formazione Continua a domanda Individuale / FCI (voucher)

La Provincia di Torino presenta ogni anno un catalogo che contiene l’offerta formativa delle agenzie che offrono corsi di formazione continua dedicati a determinate categorie di lavoratori che, di propria iniziativa, intendono aggiornarsi, qualificarsi o riqualificarsi.
Il contributo viene dato dalla Provincia sotto forma di voucher di partecipazione, che ha un valore pari all'80% del costo del corso richiesto. Il restante 20% del costo è a carico del lavoratore.
È possibile frequentare uno o più corsi di formazione presenti sul catalogo, ma la cifra totale finanziata non deve essere superiore a € 3.000 nell’arco di tre anni consecutivi.
Le categorie di destinatari per le quali la Provincia di Torino dispone di risorse sono:

  • lavoratori, domiciliati nel territorio regionale, presso imprese o enti localizzati in Piemonte o, indipendentemente dalla sede legale, che abbiano una o più sedi nella nostra regione. Vengono considerate prioritarie le richieste dei lavoratori con contratto di lavoro a tempo parziale, determinato o di collaborazione coordinata e continuativa, a orario ridotto, modulato o flessibile e a progetto. Hanno precedenza inoltre i lavoratori con età superiore a 45 anni, coloro che sono in possesso del solo titolo di studio di licenza elementare o di istruzione obbligatoria;
  • lavoratori tirocinanti, praticanti, titolari di borse di studio o di assegni di ricerca;
  • lavoratori autonomi titolari di Partita IVA, non iscritti in appositi albi e non titolari di impresa individuale;
  • PMI (Piccole e Medie Imprese) e piccoli Comuni (Formazione Continua Individuale a iniziativa aziendale).

È stato inoltre stabilito che hanno diritto all'esenzione dalla quota di cofinanziamento, oltre ai disoccupati/inoccupati individuati dai Centri per l'Impiego, anche i lavoratori con ISEE inferiore a € 10.000, i lavoratori in cassa integrazione guadagni straordinaria o in mobilità.

Per maggiori informazioni si può consultare la pagina del sito della Provincia di Torino dedicata alla FCI http://www.provincia.torino.it/formazione/operatori/bandi/fc_individuale.

Dove informarsi

Tutta l’offerta formativa della Regione Piemonte (corsi con voucher compresi) si può consultare sul sito di Sistema Piemonte all’indirizzo http://www.sistemapiemonte.it/formazione_professionale/catal.
Questa banca dati permette di effettuare la ricerca dei corsi di formazione professionale presenti sul territorio, anche combinando molteplici criteri di ricerca.
Di seguito vi forniamo una guida sintetica all’uso di Sistema Piemonte.
Vi rimandiamo comunque al sito che contiene una guida al servizio, breve spiegazione delle caratteristiche della banca dati, e il manuale d’uso per la banca dati con le spiegazioni di tutti i campi in cui è articolato l’archivio: http://www.sistemapiemonte.it/ris/formazioneCatalogo/dwd/BDOppFP_Man_v2.pdf.

[1] Si parla di inoccupati nel caso di persone che non abbiano mai lavorato e siano in cerca del primo lavoro, mentre il termine disoccupato si applica a coloro che attualmente non lavorano, ma hanno lavorato in passato.

Breve guida all’uso della Banca Dati di Sistema Piemonte

La Banca Dati di Sistema Piemonte http://www.sistemapiemonte.it/formazione_professionale/catal ti permette di trovare i corsi di formazione di tuo interesse, attraverso tre tipi di ricerca: ricerca, ricerca avanzata, ricerca guidata.
Ci soffermiamo in particolare sulla prima, in quanto permette la ricerca di tutti i corsi di formazione presenti in Piemonte, in base a pochi, fondamentali criteri di ricerca.

Ricordiamo che i campi contrassegnati da (*) sono obbligatori, mentre i campi contrassegnati da (**) sono facoltativi, ma è necessario compilarne almeno uno nell’arco della ricerca per ottenere l’elenco dei corsi richiesti.

Ricerca

  • Destinatario: scegli fra occupato o disoccupato (questo è l’unico campo da compilare obbligatoriamente).
  • Tipologia di corso:  puoi scegliere tra:
    - tutti, comprende tutte le tipologie di corso;
    - corsi finanziabili con fondi pubblici a cui si accede mediante il voucher alla persona (FCI, vedi il paragrafo Formazione Continua a domanda Individuale);
    - corsi finanziabili con fondi pubblici  Mercato del Lavoro, vedi paragrafo Informazioni sui corsi).
    - corsi non finanziati ma riconosciuti dalle Province, totalmente a carico dell'allievo.
  • Provincia di sede del corso: si possono scegliere contemporaneamente al massimo tre province.
  • Area di interesse: devi avere un’idea almeno “vaga” del settore che ti interessa e comunque puoi inserire tre scelte, tra quelle proposte, che sono:
    - Agricoltura, silvicoltura e pesca
    - Architettura ed Edilizia (incluso Ingegneria Civile)
    - Arte (belle arti, musica, audiovisivi, artigianato, design)
    - Commercio ed Amministrazione (dettaglio e ingrosso, contabilità, finanza, marketing)
    - Formazione degli insegnanti
    - Giornalismo ed informazione (incluso biblioteche)
    - Industria di produzione e trasformazione (alimentare, tessile, estrattiva)
    - Informatica
    - Ingegneria ed ingegnerizzazione (chimica, mezzi di trasporto, energia, elettronica, meccanica)
    - Lingue
    - Protezione dell’ambiente (aree naturali, protezione ambiente, nettezza urbana)
    Salute (medicina, infermieristica, farmacia, odontoiatria, riabilitazione, diagnostica)
    - Scienze della vita (biologia, biochimica, scienze ambientali)
    - Servizi privati (ristorazione, turismo, sport, acconciature, servizi domestici)
    - Servizi di trasporto
    -
    Servizi sociali (lavoro e servizi sociali, infanzia e gioventù)
  • Parola chiave nel titolo: è possibile inserire una o più parole chiave contenute nel titolo del corso che si intende ricercare. Per un risultato più ampio è consigliabile inserire solo 3/4 lettere della parola (es. "pizz" se si cerca pizzaiolo - "estet" se si cerca estetista - “oper socio” per Operatore Socio-sanitario, meglio conosciuto come OSS).
    Questo campo però non è obbligatorio, quindi se la tua idea continua a essere “vaga”, non indicare niente e prosegui.
  • Categorie svantaggiate: se appartieni a una delle categorie cosiddette svantaggiate (l’elenco ti viene fornito cliccando sulla freccetta a destra del riquadro), puoi selezionare la categoria a cui sono riservati determinati corsi, ossia:
    - Adolescenti e giovani a rischio
    Adulti extracomunitari
    Alcolisti
    - D
    etenuti
    Giovani (< di 18 anni) detenuti
    Giovani (> 16 anni) a rischio
    Giovani (> 16 anni) e adulti disabili
    Giovani (>18 anni) e adulti detenuti
    Giovani extracomunitari
    Immigrati stranieri disoccupati
    Invalidi civili e del lavoro
    - M
    inori inseriti in strutture di recupero
    Portatore di handicap intellettivo
    Tossicodipendenti
    Utenti psichiatrici

ESEMPI PRATICI DI RICERCA

ATTENZIONE: l’inserimento dei dati nei campi può richiedere un certo tempo prima di essere visualizzato, quindi non spazientirti e aspetta con fiducia che le informazioni selezionate compaiano nei singoli campi.

ESEMPIO N. 1

Sei occupato e vuoi frequentare un corso in ambito artistico, in provincia di Alessandria.
Imposta così la tua ricerca:

  1. nel criterio “Destinatario” scegli l’opzione “occupato”;
  2. nel criterio “Tipologia di corso” selezionare l’opzione che ti interessa;
  3. nel criterio “Provincia di sede del corso” clicca su “Alessandria”;
  4. infine, nel criterio “Area di interesse”, seleziona l’ambito “Arte (belle arti, musica, audiovisivi, artigianato, design)”.

A questo punto, se non hai un’idea precisa di che cosa vuoi occuparti, non compilare la parte relativa a Parola chiave nel titolo, mentre se per esempio sai già che ti interesserebbe imparare a lavorare vetrate artistiche, scrivi la parola vetrate, ma, attenzione, la parola deve essere esattamente quella contenuta nel titolo (nell’esempio in questione, quindi, devi scrivere vetrate e non vetrata).
Se non fai parte di una delle categorie cosiddette svantaggiate, non compilare il campo e clicca sul pulsante “cerca”.

ESEMPIO N. 2

Sei un cittadino extracomunitario disoccupato e stai cercando un corso nella provincia di Torino, in ambito Servizi sociali.

  1. nel criterio “Destinatario” seleziona “disoccupato”; 
  2. nel criterio “Provincia di sede del corso” scegli “Torino”;
  3. nel criterio “Area di interesse” seleziona l’opzione “Servizi sociali (lavoro e servizi sociali, infanzia e gioventù)”;
  4. infine, nel criterio “Categorie svantaggiate” scegli l’opzione “immigrati stranieri disoccupati”;
  5. clicca sul pulsante “cerca”.

Per concludere la ricerca

Una volta inseriti tutti i parametri di interesse, se i criteri sono stati inseriti correttamente e il corso esiste, cliccando sul pulsante “cerca” si ottiene un elenco di uno o più corsi. A questo punto occorre selezionare il corso che interessa e appare l’elenco delle agenzie di formazione professionale che lo organizzano, ordinate alfabeticamente, consultabili per Comune, Provincia e data di avvio.

Selezionando il nome dell’agenzia si ottiene la descrizione completa del corso.

Al fondo della pagina si trova la voce Dati dell’agenzia formativa e sulla destra il pulsante visualizza. Cliccandoci sopra si ottengono tutte le informazioni sull’agenzia, compresi indirizzo mail e numeri di telefono da utilizzare quanto prima per effettuare la prescrizione.

Indirizzi degli enti di formazione a Torino e provincia

TORINO

PROVINCIA DI TORINO

  • OULX - FORMONT - CONSORZIO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE PER LE ATTIVITÀ DI MONTAGNA - SEDE DELLA VALSUSA - corso Montenero 57 - tel. 012283227 fax 0122832238
    http://www.formont.it - E-mail: cfp-valsusa@formont.it
Hanno contribuito / collaborato: 

Questa scheda è stata realizzata dall’InformaGiovani, in collaborazione con il Centro Lavoro Torino e i Servizi Decentrati per il Lavoro della Città di Torino.
Si ringrazia inoltre il Servizio Formazione Professionale della Provincia di Torino per la consulenza fornita nell'aggiornamento della scheda.